06/02/14

Il barometro secondo Torricelli

Il nome di Torricelli (scienziato italiano del Seicento) è rimasto associato nella storia del primo barometro a mercurio, creato nel 1664.  Nel cercare di risolvere una domanda dei fontainier che non capivano perché l'acqua non saliva oltre una certa altezza, ebbe l'idea di un esperimento per sostituire l'acqua con mercurio in un tubo di vetro.


Barometro Luigi XVI 
Barometro Luigi XVI - Mecanismo secondo Torricelli
Fonte: Proantic La Ceriseraie


Nel riempiendo completamente un tubo di mercurio, tappandolo con un ditto per impedire l'ingresso di aria e versandolo in una bacinella anche piena di mercurio, constata che il tubo non si svuota completamento nella bacinella ma che una colonna di 76 cm rimane nella bacinella.

Sulla superficie del tubo poi si esercitano due forze che si compensano esattamente, il peso della colonna che tende a far cadere il mercurio nella bacinella e la forza esercitata dall'aria che preme sul liquido e che impedisce a la colonna di mercurio di svuotarsi. Questa forza esercitata dall'aria è la pressione atmosferica.


Barometro a mercurio
Barometro a mercurio del Settecento
Fonte: Proantic Cave et Fils




Ed è grazie a questo mecanismo, secondo Torricelli, che si trova dietro il barometro del Settecento (qui sotto) che il barometro può indicare il tempo prevvisto nei prossimi giorni. È la pressione esercitata dall'aria sul mercurio nel tubo (pressione atmosferica) che permette il movimento dell'ago nel quadrante.


Mecanismo di un barometro a mercurio
secondo Torricelli



Nessun commento:

Posta un commento